Cesare Arosio e Beatrice Fanchini

arosio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cesare Arosio

La formazione di Cesare Arosio, classe 1985, avviene tra le mura dell’Accademia di Architettura di Mendrisio, sotto la guida del prof. Michele Arnaboldi, con cui elabora il suo progetto di tesi. Durante gli anni universitari collabora con architetti del calibro di Farrel Mc Namara, Joseph Acebillo, Esteban Bonell e Ignacio Rubino, arricchendo continuamente il suo profilo professionale con stage ed esperienze lavorative di rilievo presso lo studio Ten Arquitectos di New York e lo studio Tawa-zen di Abu Dhabi. E’ proprio la formazione avvenuta in ambito internazionale che lo spinge a coniugare la tradizione del design della sua famiglia e del suo territorio con una prospettiva di lavoro orientata agli scenari più innovativi nel mondo. Oggi Arosio si dedica alla progettazione architettonica nella sua totalità, con una particolare attenzione al product design e alla progettazione d’interni.

Beatrice Fanchini designer pacini e cappellini

Beatrice Fanchini

Si laurea nel 2010 a pieni voti presso il Politecnico di Milano, dopo aver frequentato l’intero corso di laurea in lingua inglese. Durante il periodo di studi, sceglie di passare un anno a Berlino per collaborare con lo studio di architettura di Klaus Theo Brenner, prendendo parte anche alla progettazione degli spazi interni e dei nuovi allestimenti del Bode Museum diretto da Julien Chapuis.  Rientra in Italia con una nuova visione della professione, in cui precisione e tecnica diventano gli strumenti indispensabili per le sue successive esperienze professionali. Beatrice, oggi, si interessa a tutte le componenti della progettazione architettonica, anche gli aspetti “macro”, maggiormente legati alle tecniche costruttive dell’edilizia.